Bar nel Cantone di Zurigo

Nel settore della gastronomia gli orari di lavoro sono pesanti: nel weekend lavoriamo fino alle tre di mattina. Durante la settimana c’è meno da fare, ma anche in quei giorni possono esserci dei picchi improvvisi – e in quei casi non possiamo distribuire il lavoro. Il nostro è un lavoro molto fisico, andiamo su e giù tra bar e cantina per trasportare le bevande e non c’è mai tempo per sedersi.

Balz Coray, partner e dirigente

Impresa
Gamper Bar, Zurigo
Anno di fondazione
2018
N. di collaboratrici e collaboratori
4

Con processi chiari evitiamo gli incidenti nei momenti di stress

È già capitato che delle collaboratrici e dei collaboratori si ferissero: un semplice taglio, niente di grave, ma comunque un infortunio. Per me l’ordine, la pulizia e la chiarezza dei processi sono requisiti fondamentali. Ad esempio, lasciare le casse di bibite nel corridoio o appoggiare il coltello dove capita da noi è vietato, ma nelle situazioni di stress il livello di attenzione dei colleghi cala e così può capitare che si verifichino incidenti.

Mi sta a cuore che il personale trovi il giusto equilibrio

La priorità è mettere a proprio agio le/i nostre/i ospiti. Dobbiamo essere gentili, ascoltare e mostrarci interessati. Per farlo, le nostre collaboratrici e i nostri collaboratori devono mettere da parte le loro esigenze: non è un compito facile trovare il giusto equilibrio. Cerco, infatti, di definire orari di lavoro che permettano a ogni collaboratrice e collaboratore di avere di tanto in tanto anche tre giorni consecutivi di stacco. Deve essere un’occasione per fare sport o magari andare a mangiare fuori.

Balz Coray nel suo bar.
Un’atmosfera piacevole va a beneficio di tutte/i: della clientela, delle collaboratrici e dei collaboratori e anche del datore di lavoro.

Quando e come fornisco feedback?

Nel nostro team miro a comunicare in modo diretto e sincero: non voglio che i problemi si accumulino, ma mi preme capire subito quando c’è qualcosa che non va. Non è sempre facile formulare una critica e un feedback. In una situazione problematica dovrei intervenire subito in quanto capo e dire la mia oppure è meglio farlo in un’altra sede? Quali domande dovrei e quali devo assolutamente porre se il problema è soprattutto di natura personale? La risposta è: dipende dal caso e ad alcune domande non si trova sempre e subito una risposta. Questa è una cosa che dobbiamo accettare.

Il mio prossimo obiettivo è una stanza per le pause

Nel weekend non abbiamo praticamente mai dei momenti di pausa. Ma vorrei che le cose migliorassero in futuro: vorrei più pause, una stanza separata in cui ritirarsi nei momenti di break e dove trovare snack vari e sani.

A lungo andare, tutte/i beneficiano di un’atmosfera gradevole

Un’atmosfera piacevole va a beneficio di tutte/i: le/gli ospiti sono soddisfatte/i e il personale lavora con piacere, è sano e mi resta fedele in quanto datore di lavoro. In un settore in cui è difficile trovare delle risorse valide, quello della salute diventa un vantaggio competitivo.