Ditta di informatica nel Cantone di Zurigo

In una start-up come la nostra ci sono molti compiti da sbrigare e tante cose in cantiere. La mole di lavoro è sempre più elevata rispetto a quello che effettivamente riusciamo a fare. In una tale situazione è quindi ancora più importante occuparci delle nostre collaboratrici e dei nostri collaboratori, che sono la nostra risorsa più importante.

Ritratto foto Gregor Erismann

Gregor Erismann, Chief Commercial Officer e membro della direzione

Impresa
Ditta di informatica, Zurigo
Anno di fondazione
2016
N. di collaboratrici e collaboratori
17

Saper dire di no

Abbiamo il tipico problema da start-up: siamo in continua crescita e quindi ci proponiamo di fare sempre di più, ma i compiti non finiscono mai. Ciò sovraccarica in modo latente le nostre collaboratrici e i nostri collaboratori. Per questo motivo è importantissimo saper riconoscere correttamente le priorità. Anche noi della direzione cerchiamo di essere un esempio per il nostro personale e quindi di aiutarlo. Tutte/i, prima o poi, dobbiamo imparare a dire di no.

Un obiettivo comune crea coesione tra noi

Molte delle nostre collaboratrici e molti dei nostri collaboratori sono impegnate/i tutto il giorno a programmare; siamo una squadra internazionale ed estremamente mobile. Questo tuttavia non rende lo scambio tra membri del team sempre facile e spesso i problemi o i conflitti non sono facilmente individuabili. Nonostante tutto, porci un obiettivo comune ci rende unite/i: per raggiungerlo lavoriamo insieme. A qualcuno sembrerà scontato, ma per noi avere una missione comune è essenziale per favorire la coesione all’interno del team.

Voglio rendere vivibile il senso di comunità in azienda

Lavorare in home office è stato molto difficile per noi. Questo anche perché improvvisamente sono venute a mancare tutte quelle occasioni di contatto umano, ad esempio alla macchinetta del caffè, che prima erano all’ordine del giorno. Abbiamo cercato di compensare quel periodo con incontri informali digitali. Ma presto ci rincontreremo più frequentemente fuori, rendendo di nuovo vivibile quel senso di comunità che ci contraddistingue.

Gregor Erismann durante un evento.
Presto, per compensare il lungo periodo in home office, ci rincontreremo maggiormente di persona, rendendo così di nuovo vivibile quel senso di comunità che ci contraddistingue.

Da dirigente, la formazione continua per me è importante

In quanto membro della direzione, preparo il contesto nel quale le nostre collaboratrici e i nostri collaboratori trascorrono gran parte della giornata. Per me è importante informarmi su argomenti come la salute o la soddisfazione del personale. Ascolto podcast su questi temi e, da anni, ne discuto con il mio coach.